Intramontabile Elisabetta

Libro Intramontabile Elisabetta, Penso di aver letto tutti i libri di A.Caprarica, essendo un devoto dello sfondo storico dell’Inghilterra e ogni volta rimango incantato! Nello specifico, “Intramontabile Elisabetta” offre un’intera foto dello sfondo storico del Windsor trattato con una suggestiva inclinazione comica, ambientazione notevole e con un’abbondanza di punti di interesse che, raccontati con gentilezza nonostante la loro natura multiforme, rendono la lettura così meraviglioso da fidarsi che non si chiude mai. Fondamentalmente favoloso!

Intramontabile Elisabetta

Deliziosa narrazione della vita e della vocazione di Elisabetta d’Inghilterra, racconta anche racconti e storie di opere minime e ben note; poi ancora, come non confidare nel metodo di composizione di Caprarica! appena neo, giudico il mio sentimento, è che in alcuni tratti un po ‘troppo si estende a discussioni e complotti verificabili, comunque sicuramente un libro decente. Un omaggio gentile e delicato a uno degli eroi totali della nostra occasione. La ricerca e le narrazioni registrate sono decorate in alcune voci della “stupidità inglese” di vicinato e correttamente a cui Caprarica ci ha abituato e che rende piacevole la lettura. Un ottimo lavoro, un grande libro che forse lo scrittore non poteva non scrivere.

Descrizione prodotto

Per i detrattori è «Elisabetta la Lunga», la sovrana senza qualità particolari, dotata della sola virtù della longevità.
Per la grande maggioranza degli inglesi, e anche per qualche convinto repubblicano, è l’amato e indiscusso simbolo della nazione e della grandezza del Paese.
Per i media è un’icona mondiale.
Chi è dunque, e chi è stata, nei novant’anni della sua vita, Elizabeth Alexandra Mary Windsor?
Per rispondere a questa curiosità Antonio Caprarica, che ha avuto più occasioni d’incontrarla, ne ha esplorato la storia a partire dalla nascita nella casa londinese di Bruton Street, il 21 aprile 1926, e dall’infanzia trascorsa a Buckingham Palace insieme ai nonni, dai quali ha ereditato la parsimonia fino alla tirchieria e il maniacale rispetto della forma e dei ranghi che ancora oggi le vengono rimproverati.
Ha seguito Elisabetta nei viaggi giovanili con Filippo e nelle stanze dove, ad appena ventisei anni, ha imparato l’arte di regnare.
L’ha osservata nelle occasioni ufficiali e nelle crisi famigliari ricostruite attraverso le indiscrezioni di corte.
L’ha raccontata, in un ritratto minuzioso e gustosissimo – completato da un inserto fotografico –, nella solenne cerimonia dell’incoronazione, nella quotidianità delle residenze reali e nelle scorribande in compagnia di cani e cavalli, gli unici esseri ai quali riserva, dicono i maligni, qualche manifestazione d’affetto.
Una biografia che narra una stupenda favola d’altri tempi e al tempo stesso mostra la determinazione di una sovrana che ha nascosto i sentimenti dietro un’impenetrabile riservatezza per mettersi al servizio della monarchia. Perché, come le aveva insegnato la nonna, la regina Mary, «the Crown must always win», la Corona deve vincere sempre.
Dalla seconda/terza di copertina
Antonio Caprarica (Lecce, 1951) ha accumulato la sua vasta esperienza internazionale in trent’anni di reportage televisivi dall’estero: per la Rai è stato prima inviato di guerra in Afghanistan e Iraq, poi corrispondente da Gerusalemme, Il Cairo, Mosca, Parigi e Londra. Ha lavorato anche nella carta stampata, come commentatore politico dell’Unità e di Epoca e condirettore di Paese Sera.